Skip to main content

Come fare la lavatrice? 4 consigli

Fare la lavatrice può risultare impegnativo soprattutto se siete alle prime armi e quindi necessitate di una guida che vi aiuti a farlo nella maniera più semplice possibile.

Ovviamente si parla di una tecnica che richiede precisione per evitare di rovinare i vestiti, e che con il tempo si imparerà ad eseguire nel migliore dei modi. Vediamone i vari passaggi!

Come fare la lavatrice? Alcuni semplici accorgimenti!

Come dividere gli indumenti

Innanzitutto bisogna dividere gli indumenti, in quanto se mescolati possono comportare degli inconvenienti. Si rischia infatti di macchiare tutti i vestiti, in quanto le varie macchie e i vari tessuti richiedono dei trattamenti diversi.

Un metodo efficace ma dispendioso, è quello di utilizzare i foglietti acchiappacolore che permettono di lavare tutti i vestiti insieme. Oltre che essere un trattamento costoso si rivela essere poco ecologico.

La soluzione migliore consiste nel dividere i capi bianchi da quelli scuri, che possono comprendere le colorazioni del nero, grigio e blu.

Vanno poi divisi i capi rossi, arancioni e rosa da quelli degli altri colori.

Bisogna anche dividere gli indumenti intimi, calze e canottiere dalle lenzuola e dagli asciugamani, dalle tovaglie e dagli strofinacci della cucina.

Infine fare un ciclo apposito per gli accessori dei propri animali e per gli stracci utilizzati per la pulizia.

A quanti gradi impostare la temperatura

La temperatura va impostata in base al tessuto da trattare e alle indicazioni presenti sull’etichetta dell’indumento (poni quindi attenzione ai simboli del lavaggio, consulta la nostra guida).

Una regola semplice e generale consiste nell’impostare una temperatura bassa, in modo da non rovinare i capi e non far perdere loro colore.

Ovviamente sul libretto della lavatrice viene riportata una tabella che consiglia quali temperature impostare per evitare di danneggiare i vestiti.

Le temperature molto alte, come a 90°, devono essere escluse la maggior parte delle volte, a meno che non vi siano dei rischi legati a delle necessità mediche. Come ad esempio indumenti esposti al rischio di contagio o nel caso di pediculosi e micosi.

Grazie ad alcune lavatrici possiamo utilizzare dei programmi speciali che si occupano di smacchiare gli indumenti, oppure offrire dei lavaggi delicati o sanificanti grazie all’azione della centrifuga.

Dove mettere i diversi detergenti

Ogni lavatrice possiede un cassettino solitamente dotato di tre scomparti, ognuno dei quali predisposto a svolgere una determinata funzione.

Ognuno di queste scompartimenti può presentare dei piccoli disegni o dei numerini. Se confrontati con quanto riportato sul libretto delle istruzioni, ci faranno capire in quali di essi dovrà essere versato il detersivo piuttosto che l’ammorbidente.

  • In caso di dubbio, bisogna versare tutto nella vaschetta di sinistra, poiché in questa parte viene presa l’acqua almeno una volta durante il ciclo del lavaggio.

Bisogna preferire i detersivi che hanno poco impatto ambientale e che non danneggiano la salute delle persone. In quanto sono nichel free e non contengono coloranti o addensanti di origine animale.

L’ammorbidente non è essenziale, in quanto può esporre ad allergia e dermatite. Si può disporre di capi morbidi usando l’asciugatrice oppure utilizzando delle sostanze ecologiche come l’acido citrico che non inquina.

Attenzione anche alla quantità di detersivo da inserire. Non eccedere mai, oltretutto nella maggior parte delle lavatrici moderne (come le lavatrici Bosch) la macchina dispone di un dosatore automatico; questo regola la quantità di detersivo da inserire in base al carico.

Come lavare i vari indumenti

Nel caso si debba trattare un capo bianco, bisogna evitare prodotti antimacchia igienizzanti e agenti sbiancanti poiché basta utilizzare il bicarbonato, che va messo nel cestello insieme ai capi bianchi da lavare.

Per quanto riguarda i vestiti dei piccolini, bisogna utilizzare dei prodotti non troppo aggressivi. Inoltre poco detersivo concentrato unito a del bicarbonato, in quanto la loro pelle è molto delicata ed esporla a degli agenti irritanti potrebbe danneggiarla.

Per rimuovere delle macchie importanti, si possono utilizzare il bicarbonato o del sapone per i piatti, che andranno a pretrattare lo sporco prima del lavaggio.

Anche per quanto riguarda le coperte e gli accessori degli animali vanno effettuati dei lavaggi a 60 ° col bicarbonato e degli agenti ecologici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *