Skip to main content

I mobili per la lavatrice: quali scegliere e come utilizzarli

Scegliere i mobili più adatti per arredare il bagno o gli ambienti in cui si trova la lavatrice, è molto importante soprattutto se si dispone di spazi molto piccoli.

L’ideale è optare per delle scelte che permattono di sfruttare ogni piccolo spazio, al fine di rendere l’ambiente funzionale e molto pratico.

Bisogna puntare su delle scelte che consentano di organizzare ogni ambiente al fine di poter svolgere ogni attività in maniera comoda.

Se si dispone di un locale preposto alla lavanderia, l’ideale consiste nello scegliere dei mobili orizzontali in grado di contenere tutto l’occorrente per la biancheria.

Mentre se la lavatrice è collocata in un bagno o in una cucina molto piccoli bisogna scegliere dei mobili nei quali collocare la lavatrice, l’asciugatrice e tutti quei dispositivi che abbiano a che fare con il mondo del bucato.

Il mobile per la lavatrice: quali modelli esistono?

Prima di scegliere questo mobile però, bisogna decidere se l’arredamento avrà una collocazione interna, quindi se li disporrai in casa oppure all’esterno o se avrà luogo nella lavanderia.

In quest’ultimo caso, si possono scegliere dei mobili belli esteticamente, ma che siano in grado di offrire una giusta protezione. Come ad esempio quelli realizzati in PVC che non permettono di aderire a materiali come la polvere, la pioggia e gli agenti atmosferici che danneggiano la superficie.

In ogni caso dobbiamo ricordarci che le lavatrici vengono concepite per essere collocate all’interno di un ambiente. Quindi se decidiamo di porle all’esterno, dobbiamo provvedere ad installare dei mobili in grado di agire contro le minacce causate dalle intemperie.

Se invece decidiamo di collocare la nostra lavatrice all’interno di un bagno, l’ideale consiste nell’ adottare dei mobili a colonna che creano dello spazio ulteriore avvalendosi di mensole e di cassetti.

Esistono diverse tipologie di mobili in merito a questa soluzione, e nel caso si acquistassero quelli a due ante, si potrebbe ricorrere ad una chiusura rallentata che non danneggerebbe il mobile o la lavatrice.

Unico mobile per accogliere lavatrice ed asciugatrice

Molte volte, soprattutto per chi vive in piccoli appartamenti, poter usufruire di uno spazio in cui stendere i propri indumenti diventa un fattore molto complicato. In questi casi la scelta dell’asciugatrice risulta essere molto importante.

Si può ricorrere a dei mobili che si sviluppano in altezza e che possono accogliere sia la lavatrice che l’asciugatrice, aumentando lo spazio a disposizione e puntando a un tocco estetico che possa accogliere i due elettrodomestici.

Ovviamente si possono adottare dei modelli a due o a quattro ante, che vanno a ridurre l’ingombro. Risulteranno essere la scelta più adeguata in ambienti particolarmente piccoli.

Il mobile con lavatoio annesso

Un’altra scelta che può rivelarsi estremamente utile è quella offerta dal lavatoio unito al mobile, che fa coincidere la funzionalità con l’estetica.

Grazie a questa doppia funzione, potremmo usufruire di un mobile che dispone di un lavatoio. Può essere molto utile nel caso si debbano lavare pochi indumenti, e quindi non si voglia attivare la lavatrice.

  • In media, un mobile di questo genere ha un altezza di 84 cm e può essere presente nella variante con la ante a scomparsa oppure battenti.

Anche in questo caso è possibile trovare un mobile in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza, in modo da poter essere utilizzato sia in ambienti esterni che in ambienti interni.

Il lavatoio può essere scelto in muratura oppure prodotto con l’impiego di materiali più innovativi, ma l’importante è che debba essere molto pratico e resistente.

In molti casi è possibile trovarlo correlato da un asse di legno massello o in polipropilene, che rende più facile il lavaggio a mano.

One thought to “I mobili per la lavatrice: quali scegliere e come utilizzarli”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *