Skip to main content

Come lavare le scarpe in lavatrice?

Con il passare del tempo e soprattutto in seguito ad un uso molto intenso, le scarpe si sporcano e finiscono per puzzare, soprattutto se sono chiuse e strette.

Ovviamente le scarpe possono essere lavate in lavatrice a prescindere dalla loro tipologia. In ogni caso lavandole in questa maniera, si potrà disporre di scarpe pulite ed igienizzate a fondo.

La maggior parte delle scarpe possono essere lavate in lavatrice, ma bisogna prestare molta attenzione al tipo di materiale con il quale sono realizzate. Ciò può essere possibile consultando l’etichetta che si trova sulla linguetta della scarpa.

Se le scarpe sono realizzate in tessuti come pelle o camoscio non possono essere lavate in lavatrice. In quanto possono essere danneggiate e vanno utilizzati dei prodotti a secco che consentono di rimuovere lo sporco non danneggiando le proprietà della scarpa.

Anche nel caso di calzature in seta o in raso bisogna adottare degli accorgimenti in quanto sono prodotti molto delicati.

Mentre per quelle dei bambini che vengono utilizzate in seguito ad attività sportive e che sono realizzate in nylon, poliestere e cotone, possono subire dei lavaggi in lavatrice senza alcun tipo di problema, anche nel caso siano realizzate con poliuretano o PVC.

Come lavare le scarpe in lavatrice? Gli accorgimenti fondamentali

Come abbiamo detto, la prima cosa da fare è consultare l’etichetta (qui troverai i diversi simboli del lavaggio, il cui significato lo puoi trovare nella nostra guida), per poter essere sicuri di lavare le scarpe in lavatrice.

Essa infatti suggerirà il tipo di tessuto di realizzazione delle calzature, ed il modo migliore per poterle lavare in lavatrice.

  • Nel caso le scarpe non potessero essere lavate in lavatrice bisogna munirsi di uno spazzolino da denti. Può essere utilizzato al fine di rimuovere la sporcizia, e poi si può adottare un panno umido per poterle lavare in modo alternativo.
  • Se lo sporco è molto ostinato, si può esporre la scarpa ad un getto di acqua tiepida in modo da ottenere un importante prelavaggio.

Le scarpe devono essere lavate in maniera completa, quindi si rivelerà utile togliere lacci ed eventuali decori e suole. Poi infilare il tutto in borse realizzate per le lavatrici affinché queste piccole parti non si vadano ad inserire nelle componenti della lavatrice stessa.

Se è la prima volta che si sottopone la scarpa a questo tipo di trattamento, si potrebbe incorrere in operazioni rumorose che possono essere attenuate attraverso l’utilizzo di asciugamani. Questi andranno ad agire contro lo sbattimento delle scarpe durante il lavaggio.

Ulteriore attenzione va prestata alla temperatura della lavatrice, che deve essere massimo di 30° per evitare lo scolorimento dei tessuti. Soprattutto nel caso le scarpe siano realizzate in PVC o poliuretano, che sono suscettibili alle alte temperature.

Bisogna utilizzare dei detersivi adatti al lavaggio dei delicati e utilizzare la metà della dose raccomandata perché non si sta effettuando un carico completo della lavatrice.

Come asciugare le scarpe

Dopo aver sottoposto le scarpe al ciclo di lavaggio, bisogna farle asciugare all’aria aperta ma in zone non soleggiate, in quanto esporle alla luce diretta del sole potrebbe comportare la fusione della colla, rovinando l’aspetto estetico.

Sono da privilegiare gli ambienti areati, e all’interno di queste scarpe può essere posizionato un foglio di giornale che si occuperà di assorbire l’umidità in eccesso, garantendo un’asciugatura ideale che non comporti danni.

Regole generali

Per poter ottenere un risultato ottimale e non commettere degli errori che potrebbero avere delle conseguenze spiacevoli, ricordati di non lavare mai le scarpe in lavatrice se i tessuti di realizzazione non prevedono questo tipo di trattamento.

Se si desidera di lavare in lavatrice delle calzature come gli stivali, devi tenere in considerazione l’idea che in seguito al lavaggio queste potrebbero deformarsi. Quindi bisogna consultare sempre l’etichetta prima di sottoporre al lavaggio determinate calzature.

Nel caso queste si avvalessero di decorazioni particolari come fiocchi, perline e borchie bisogna rimuoverle, in quanto potrebbero creare danni alla lavatrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *